Neféle

Un demone aleggia nell’aria
impregna il respiro il timore
non fremere al tocco Delilah
il piacere procura dolore

Negli occhi una supplica muta
la cangiante illusione ti brama
tremenda sarà la caduta
dannato è l’uomo che ama

L’arcangelo porse speranza
supplizio il demone offre
seduce Rovina che avanza
chi porta la morte non soffre

Hai perso il controllo dei sensi
sorridi con gli occhi socchiusi
e gemi mentre ripensi
agli istinti rimasti delusi

Ritratte le umide dita
ti svegli supina sul letto
trattieni piangendo smarrita
parole che non hai mai detto

Domani è un giorno diverso
per anime sole e sperdute
il cuore è un mondo perverso
di angeli ali cadute

Neféle

  • Artist
    Notes

Artist's Description

An Italian one.

desktop tablet-landscape content-width tablet-portrait workstream-4-across phone-landscape phone-portrait
desktop tablet-landscape content-width tablet-portrait workstream-4-across phone-landscape phone-portrait

10% off

for joining the Redbubble mailing list

Receive exclusive deals and awesome artist news and content right to your inbox. Free for your convenience.